Fari di Croazia

7. gennaio, 2020

Fari di Croazia Blog

Siamo sicuri che avete sentito parlare della costa croata e della varietà di isole con delle bellissime spiagge, insenature e piccole città da visitare. Ma avete mai notato la bellezza dei fari croati?

Più di 100 fari furono costruiti lungo la costa adriatica e circa la metà di loro ancora emette dei segnali luminosi facendo da guida.

Abbiamo preparato per voi una lista di quelli più belli, molti dei quali sono disponibili anche per l’affitto.

 STRUGA

Situato sull’isola di Lastovo, in mezzo alla parte meridionale dell'isola, Struga guida i marinai che entrano nella baia di Skrivena Luka. Il faro fu costruito nel 1839, a 70 m di altezza, sul bordo di una scogliera e offre una vista davvero splendida.

Sul lato settentrionale del promontorio, i pini nascondono delle spiagge e baie isolate, mentre la città di Lastovo dista 10 km.

Questa località è conosciuta come quella in cui è stato estratto il più grande albero di corallo sottomarino dell'Adriatico, quindi forse questo sarebbe un buon posto per fare snorkeling!

Il faro Struga (www.timeout.com)

VELI RAT

Uno dei fari più riconoscibili è il Veli rat sull'isola di Dugi otok (regione di Zara). La "torre" del faro emerge improvvisamente dalla fitta pineta che ricopre l'isola. È alto 42 metri, il che lo rende il più alto dell'Adriatico.

Fu costruito nel 1849 e la leggenda narra che le pareti fossero ricoperte da migliaia di albumi per renderle più resistenti al vento e al mare.

Nel cortile c'è una piccola cappella di San Nicola, santo patrono dei marinai.

La prova che questo faro è davvero qualcosa di speciale è il fatto che ha sempre avuto un guardiano del faro e che c'è stata una lista d'attesa per il lavoro!

Il faro Veli rat (www.dugiotok.hr)

 PALAGRUŽA

Il faro di Palagruža fu costruito nel 1875 sull'isoletta omonima, posta al centro del mare Adriatico, tra le coste italiane e croate. È l'isola croata più lontana, lunga solo 1400 m, larga 300 m alta 90 m. Sul suo punto più alto fu costruito il faro. L'edificio è impressionante per le sue dimensioni e la pietra, costruito in questo modo per mostrare il potere dell'impero austro-ungarico, in quanto era ai margini dell'impero in quel momento e quindi la prima cosa da vedere quando si navigava lungo la costa.

La leggenda dice che questa è l'isola dove fu sepolto l'eroe greco Diomede e alcune ricerche archeologiche sostengono quella leggenda.

 

Il faro Palagruža (volimteotoce.com)

SUŠAC

Questo faro porta anche il nome dell'isola sulla quale è ubicato. È circondato dall’ infinito mare aperto. La casa di pietra al piano terra fu costruita nel 1878 sul punto più alto dell'isola (100 m), su una scogliera. Tuttavia, l'isola era ben nota anche prima, i siti archeologici e i resti lo confermano.

Gli unici abitanti di Sušac sono i guardiani del faro e talvolta un pastore che viene con le sue pecore a causa dell'erba specifica dell'isola. Immaginate essere un guardiano del faro qui!

Nota interessante: nella parte nord dell'isola c'è un lago con acqua di mare che può essere raggiunto dal mare immergendosi per una grotta.

Il faro Sušac (travel.jadroagent.hr) 

HOST

Il faro Host è probabilmente una delle prime cose che molti visitatori vedono quando il traghetto o lo yacht si avvicinano all'isola di Vis. Situata appena fuori dalla città di Vis, questa piccola isola e il suo faro portano il nome dell'ufficiale inglese Sir William Host che nel 1811 partecipò a una battaglia vicina. In questa battaglia tra gli inglesi e i francesi Sir Host fu ovviamente il vincitore.

L’isoletta e il faro Host (www.tportal.hr)

 PORER

Il faro di Porer stupisce tutti con la sua posizione su un isolotto con lo stesso nome. Questa bellezza in pietra si trova a 2,5 km dalla costa istriana e dalla cittadina di Premantura ed è circondata dal mare aperto. Fu costruito nel 1833, la costruzione dev’essere stata impegnativa in condizioni climatiche e di natura così difficili!

Il faro Porer (plovput-exhibition.com)

 PRIŠNJAK

Prišnjak è un faro costruito nel 1886 sull'omonimo isolotto che guida i marinai che entrano nell'arcipelago di Murter. L'isolotto stesso è impressionante da vedere perché è coperto da un "pizzo di pietra" - muri di pietra che lo dividono in piccoli appezzamenti agricoli.

Mentre siete in queste acque non perdete l'occasione di visitare anche il Parco Nazionale delle Incoronate, a soli 6 miglia nautiche di distanza!

Il faro su Prišnjak (http://www.rudinapress.hr)