Special COVID-19 payment conditions! More flexibility for your sailing holiday! More info

Respingi

Le isole di Croazia

Le isole di Croazia Guida di destinazione

Croazia è veramente il paese delle isole; ne ha più di mille, e ogni isola è diversa. Molte sono abitate, però ogni isola è particolare, ha la propria storia e il proprio destino. È umano avere un punto debole, però coloro che conoscono le isole croate ne hanno mille. Più precisamente, 1185. Vale a dire, su 1777 km della costa adriatica, quello è il numero d'isole, isolotti e promontori. La prima visita alla costa adriatica e alle isole è un viaggio verso l'ignoto. Ogni viaggio successivo sarà il ritorno alla bellezza già conosciuta di questo paese, sempre diverso, ma ugualmente affascinante.

Iniziamo la storia delle isole a Brioni. Queste 14 isole sono situate lungo sette chilometri tra Pola e Rovigno. In quella zona la natura ha creato un piccolo paradiso, vera armonia di flora e fauna, di monumenti storici e alberghi moderni. A Brioni vi potete nascondere all'ombra della ricca vegetazione sempreverde, mentre  fagiani, cervi e capriole girovagano liberamente lungo le isole e godervi la pace e il silenzio sotto le chiome di lecci e ulivi secolari.

Veglia d'oro o verde è un'isola e non è un'isola. È un'isola per la sua natura idillica e l'oasi di pace lontano dalla quotidianità, ma non lo è per il collegamento stradale. Veglia, che ha anche un piccolo aeroporto, è separata dalla terraferma con il mare, però è collegata con la terraferma con un ponte. Se cercate un'isola su vostra misura, la scoprirete a Veglia perché le isole Plavnik, Kormat, Galun, Prvić e Zec sono delle destinazioni turistiche particolari la cui natura è ancora intatta. Se vi interessa l'eccitazione della folla cittadina e straordinaria ospitalità, dovete visitare le città dell'isola come Baška, Malinska, Omišalj, Njivice, Krk e Punat che ha la marina più grande della parte croata dell'Adriatico.

Cherso e Lussino. Un'isola o due isole? Tanto tempo fa le collegava il canale scavato dai Romani, però oggi sono separate. La parte settentrionale di Cherso nasconde la baia fiumana, ed è esposto a forti raffiche di vento dal nord, in modo che a volte i suoi picchi sono bianchi dalla schiuma del mare. La parte meridionale è protetta dalla bora è ha un clima fortemente mediterraneo. La città di Cherso è centro dell'isola. Potete entrare nel suo centro per tre porte, e a ogni passo incontrerete delle traccie storiche. Gli stemmi delle famiglie sulle porte di casa sono testimonianza di popolo, loro posizione sociale e loro professione. Lo sono inoltre gli utensili incisi in rame: fabbro o carpentiere sulle case degli artigiani e pesce sulle case dei pescatori. Il clima di Lussino è mite, e l'isola è ricca di boschi e di conseguenza preziosa sia come località turistica che come località climatica.

Tra 1185 isole e promontori sparsi lungo la costa adriatica, composti da rocce dure e taglienti e da un pochino di terra, Susak è una delle poche che la natura creò dalla sabbia. 20 milioni di metri di sabbia da un gusto particolare al vino che viene prodotto a Susak.

La prossima isola del Quarnaro è l'isola di Rab. Nell'anno 1889 è stato proclamato stazione balneare e climatica dal consiglio comunale. Il re britannico Edoardo VIII ha particolarmente incoraggiato lo sviluppo del turismo sull'isola di Rab, mentre ci soggiornava con il suo grande amore, l'americana Wallis Simpson. La leggenda dice che fu il primo a fare il bagno senza vestiti. Fu l'inizio del nudismo a Rab. Rab è una delle isole più ricche di foreste con ben 300 sorgenti d'acqua.

Pago è isola lungo la quale si estendono dei mitici uliveti, è ricca di sale marino e famosa per il suo pizzo e il suo formaggio, famoso cibo prelibato nel mondo. Latte di pecora e olio di oliva, cosa vi serve di più? Forse questo: la parte di Pago il cui rilievo particolare assomiglia alla superficie della Luna.

Se passate per le isole della Dalmazia Centrale come Olib, Silba, Premuda, Vir, Dugi otok, Lovrada e Pašman, noterete come i problemi quotidiani e le catene della società scompaiono lontano da voi. Davanti a voi si protrae solo la natura intatta. Queste isole vi sedduranno, vi daranno dell'energia e vi arricchiranno. Diventeranno il vostro sogno, sogno a occhi aperti.

Silba è isola degli armatori e dei capitani e delle loro case. È inoltre un porto protetto dalle raffiche di vento. Silba è isola di pescatori e di navigatori che è conosciuta tra i marinai come un rifugio sicuro dalla tempesta.

L'isola di Ugljan è „periferia“ e giardino di Zara, il cui nome deriva dall'abbondante produzione d'olio. Vale a dire, su quest'isola ci sono più di 100.000 alberi di ulivi.

L'isola vicina Pasman è attaccata a Ugljan. In realtà sono gemelli, e l'unica differenza è che Pasman è leggermente più tranquilla. Entrambe sono ugualmente belle, e sono coperte dagli ulivi argentei. Queste due perle si possono vedere dalla città costiera di Biograd, centro geografico dell'Adriatico.

Iz è isola che è ubicata tra Ugljan e Dugi otok. È altrettanto nota per quello che ha e per quello che non ha: una ricca vegetazione mediterranea e nessuna auto.

A Dugi otok potrete riposarvi nella riserva naturale con la superficie di 114 km2. Ci sono pescatori, agricoltori, bellissime spiagge appartate e strutture turistiche. La città di Telascica è il più grande porto naturale tra tutte le isole adriatiche, e sull'isola si trova inoltre il parco naturale e l'habitat di mufloni. La ricca costa boscosa nordoccidentale è piena di cave larghe, e lì si trova la bella spiaggia con il faro alto 41 metri. È interessante menzionare che nel 1949 durante la costruzione del faro, all'intonaco sono stati aggiunti 100.000 albumi dell'uovo per far si che il sole e il mare non distruggano la sua bellezza.

Secondo la leggenda le Incoronate, labirinto di passaggi marini e isolotti, furono creati dalle numerose scogliere rocciose che furono rimaste a Dio dopo la creazione del mondo. Le gettò nel mare, le guardò e concluse che non avrebbe dovuto effettuare delle riparazioni. Il celebre George Bernard Shaw disse per questa collezione d'isole più frastagliate dell'Adriatico, composta da 140 isole, isolotti e promontori: „ I dei hanno voluto incoronare la propria opera e l'ultimo giorno della creazione del mondo, da loro lacrime, stelle e respiro furono create le Incoronate“. Sulle isole esistono numerosi paesi dei pescatori, abitati nella stagione, perché il mare è ricco di pesce ed è meta della pesca sportiva. Le Incoronate sono particolarmente interessanti ai diportisti perché li ci sono due centri nautici: Zut e Piskera.

Tra tutte le isole un'altra pittoresca è Murter, con la superficie di 18 km2. È collegata con un ponte lungo solo 12 metri con la terraferma. Murter è isola di pescatori, uliveti e navigatori. Le località più grandi dell'isola sono Tisno, Hramina, Betina e Jezera.

L'isola di Prvic si trova vicino alla perla turistica, Vodice, oasi di flora e fauna mediterranea. L'isola di Zlarin è ubicata a sudovest di Sebenico. Nel XV secolo fu famosa per l'estrazione dei coralli e spugne marine, di cui vi potete vedere dei dettagli al museo di Zlarin.

A ovest di Zlarin è ubicata l'isola di Obonjan, più nota come Isola della giovinezza. Nelle vicinanze si trova l'isola di Kaprije, il cui nome deriva dalla pianta mediterranea cappero i cui boccioli si usano come spezia. Numerose barche a vela visitano Kaprije per molte baie e bellissime spiagge. Zirje è l'isola più lontana abitata dell'arcipelago di Sebenico con delle fantastiche zone di pesca e numerose baie per i diportisti. Krapanj è l'isola più piccola e più bassa abitata di questo arcipelago con la superficie di soli 0,36 chilometri e altezza di soli 7 metri, però questa è anche l'isola più densamente abitata dell'arcipelago.

„Di fronte“ a Spalato, città di struttura armoniosa, piena di valori storici e culturali, con aeroporto e porto, si trova l'isola di Brac, la più alta e terza isola per grandezza dell'Adriatico. Coperta di bosco di pini, vigne e uliveti e pietra di Brac, famosissima nel mondo, che ha fatto parte della costruzione di molti importanti edifici mondiali (come la Casa Bianca a Washington D.C.). La bellissima spiaggia di Corno d'oro si trova nella località Bol, il più grande centro turistico nella parte meridionale dell'isola. La spiaggia si trova sul promontorio coperto di ciottoli, che si muove a dipendenza del vento e delle onde, facendo impressione che l'intero promontorio si muova da una parte all'altra. Ammettete  che questa è l'unica spiaggia per la quale avete sentito che cambia la sua forma dal giorno in giorno. Ci sono molte località balneari sull'isola di Brac: Postire, Milna, Supetar…

A sud di Brac si trova Hvar, l'isola più lunga dell'Adriatico. È l'isola di vigne, uliveti e lavanda. Hvar è circondata con mare cristallino, molte sorgenti e con la più alta media di ore d'insolazione all'anno. Lungo entrambe le coste ci sono molte case di pietra collegate con dei piccoli ponti, località Stari Grad crea un'unità armoniosa, e il museo dei pescatori a Vrboska è l'unico dell'Adriatico. Hvar è, senza dubbio, un'isola straordinaria: È caratterizzato da accoglienti villaggi invernali ed estivi, clima mite e ricca vegetazione subtropicale. Le isole Pakleni otoci sono un gruppo di isole particolarmente interessanti con spiagge ciottolose e sabbiose, per lo più nudiste e con il fondale marino roccioso perfetto per la pesca subacquea. È inoltre un paradiso per i nudisti.

Di fronte a Spalato si trova anche l'isola di Solta, povera di vegetazione, isola ripida con una costa abbastanza frastagliata con Maslinica, porto principale dell'isola e ormeggio per le imbarcazioni.

Lontano dalla terraferma e dei problemi di terraferma si trova l'isola di Vis, ricca di palme, nota per i suoi pescatori, marinai, bellissima natura e offerta turistica diversificata.

A sudovest si trova l'isola di Bisevo, larga 6 km2. L'isola vanta di numerose grotte, scolpite nella costa ripida. Tra di loro spicca fuori la Grotta blu, con le sue aperture al di sopra e al di sotto del livello del mare. Quando il mare è tranquillo, i raggi del sole che danno luce alla grotta si spezzano in modo che si riflettono dai muri della grotta così che coprono gli oggetti e le persone al di sopra dell'acqua con il colore blu, e quelli al di sotto dell'acqua di colore argento. L'arcipelago di Vis include le isole Svetac (Sveti Andrija), Jabuka, Brusnik e Palagruza.

Anche se ufficialmente è una penisola,  Peljesac è veramente come un'isola. Da Korc

Progetta la tua vacanza con i nostri esperti!

Progetta la tua vacanza con i nostri esperti!

Condividi i tuoi dettagli di vacanza ideale con i nostri esperti e loro ti chiameranno e ti aiuteranno su ogni tema di cui hai bisogno d’aiuto.

Tempo medio di risposta: 30 min.